Parodontologia

Con il termine parodontologia si intende quella branca dell’Odontoiatria che studia i tessuti del parodonto e le patologie ad esso correlate.

Il parodonto è costituito da:

  1. gengiva
  2. osso alveolare
  3. cemento radicolare (tessuto che ricopre la radice del dente)
  4. legamento parodontale.

La parodontologia si occupa quindi dell’insieme dei tessuti molli e duri che circondano il dente e che assicurano la sua stabilità nell’arcata alveolare. Si occupa altresì delle malattie che interessano il  parodonto e che vengono genericamente chiamate malattie parodontali o piorrea. Esse sono le parodontiti e le gengiviti.

La gengivite è una infiammazione che porta la gengiva a sanguinare e dalla quale si può guarire attraverso una accurata e costante igiene orale (domiciliare e professionale).
La parodontite è una patologia che danneggia l’osso e che, a differenza della gengivite, la si può solo bloccare senza recuperare l’osso. E’ dunque fondamentale una diagnosi precoce, così come è consigliabile, quando una persona è affetta dalla suddetta patologia, far visitare l’intera famiglia in modo da valutare l’eventuale predisposizione genetica.
Le conseguenze della malattie parodontali possono così riassumersi:
perdite di denti, perdita di gengiva, problemi muscolari, problemi articolari e malattie cardiovascolari.